fbpx
CONTACT US

Fiat Ducato 2.3L Multijet 130PS

Oggi analizzeremo per voi il motore e la centralina di uno tra i furgoni più diffusi al mondo: il Fiat Ducato. Forse lo conoscevate già come Citroen Jumper, Citroen Relay, Peugeot Boxer, Peugeot Manager e RAM ProMaster. Tranquilli. Per i veicoli commerciali è abbastanza comune vedere lo stesso motore equipaggiato su furgoni di marca differente. In qualche caso possono anche condividere la stessa carrozzeria ma avere un propulsore diverso. Di certo non condividono mai il marchio.
Sono esigenze del mercato!

Abbiamo scelto per questa news la versione Ducato 2.3L Multijet 130PS equipaggiato con elettronica Magneti Marelli MJ8DF.

Fiat Ducato terza generazione (MY2006, facelift MY2011) e quarta generazione (MY2014):

Nel 2006 venne rilasciata la terza serie del Fiat Ducato (tipo 250), nuova per caratteristiche tecniche e con una mascherina grande rispetto ai cugini marchiati Citroen e Peugeot. Furono introdotte tante tipologie di carrozzerie e telai: Ducato 30 (3 tonnellate), Ducato 33 (3,3 tonnellate), Ducato Maxi 35 (3,5 tonnellate) e Ducato Maxi 40 (4 tonnellate).

A fine 2011, il Ducato, il Jumper e Boxer subirono un leggero restyling e un rinnovamento significativo per quanto riguarda l’efficienza e la potenza dei nuovi propulsori: tutti aggiornati alla normativa Euro 5. Oggi osserveremo da vicino il file originale di un Ducato terza serie 2.3L Multijet 130PS controllato da elettronica Magneti Marelli MJ8D.

I motori turbo diesel erano:

• 2.2L Multijet: Ford Puma di derivazione PSA
• 2.3L Multijet: F1AE3481G, F1AE3481D e F1AE3481E Sofim/Iveco
• 3.0L Multijet: F1CE3481E Sofim/Iveco

L’ultima versione di Ducato è quella del 2014. Non ostante sia basata sulla generazione precedente, le differenze che riguardano la parte anteriore sono molto evidenti. Soprattutto il gruppo ottico: più simile ad un’auto che ad un VAN. Ed infine, i motori sono stati aggiornati alla normativa attuale Euro 6.

Caratteristiche Fiat Ducato

• 2.3L Turbodiesel 4 cilindri in linea DOHC 16v (4 valvole per cilindro)
• Iniezione diretta Multijet 2 Common Rail
• Cambio manuale 6 rapporti
• 130PS @3600 rpm (96kW, 128bhp) F1AE3481D
• 320Nm @1800 rpm (236 lb/ft)

Il motore 2.3L è disponibile anche nelle versioni F1AE3481G da 113PS (83kW, 110bhp) F1AE3481E da 148PS (109kW, 146bhp).

 

Il motore 2.3L Turbodiesel Iveco/Sofim

Il propulsore da 2287cc equipaggiato su Fiat Ducato ed altri veicoli del gruppo FCA è molto affidabile. Grazie anche all’elettronica Magneti Marelli che lo controlla è in grado di rispettare l’attuale normativa Euro 6. Nelle sue tre versioni di potenza disponibili, l’unica differenza che realmente caratterizza la meccanica del motore è il turbo compressore. A geometria fissa per le versioni F1AE3481G e F1AE3481D e invece a geometria variabile per la F1AE3481E. Ecco perché quest’ultima presenta il livello di potenza maggiore da 148PS (109kW, 146bhp).

La centralina controllo motore Magneti Marelli MJ8D

Come ogni nuova ECU che si rispetti, la MJ8DF è una centralina controllo motore basata sul calcolo della coppia motore. È associata alla versione del sistema di iniezione Fiat Multijet 2. Più efficiente e pulito della generazione precedente, sempre controllata da elettronica Magneti Marelli.

Dettagli centralina
Costruttore: Marelli
Modello: MJ8DF
Microcontrollore: Motorola MPC5565
EEPROM: ST95640

Modalità di modifica centralina

K-TAG

Con lo strumento K-TAG e l’attivazione JTAG Nexus MPC5xxx, famiglia 382, siamo in grado di effettuare il Backup della ECU, di poter intervenire sulla completa gestione dei parametri motore e addirittura di clonarla.

La tipologia di connessione da noi scelta è quella tramite dima di posizionamento, questo tipo di collegamento è molto semplice è non richiede l’utilizzo del saldatore.

Accessori necessari

Cavo 14P600KT02 (In dotazione con lo strumento K-TAG)
Dima di posizionamento 14P800ADBO
Schedino 14AM00T05M
Cavo Flat 144300T102 (In dotazione con lo strumento K-TAG)

 

KESSv2

Con lo strumento KESSv2 e il protocollo 293 abbiamo la possibilità di scrivere il nostro file modificato tramite OBD senza dover aprire la centralina.

Il Protocollo 293 prevede di effettuare un riconoscimento della centralina (Chiamato ID) che serve a richiedere il file originale tramite la nostra banca dati. In alternativa potete sempre usare il file letto con il vostro K-TAG.

I driver di ECM Titanium

Per quanto riguarda la categoria Turbo potrete notare che come anticipato nella descrizione del motore, la regolazione della pressione turbo è determinata dalle mappe Wastegate Duty Cycle [%DutyCyc] proprio perché la versione 130PS possiede un turbocompressore a geometria fissa.

Vi spiegheremo da vicino alcune mappe ma non stupitevi se i valori di limitazione di coppia non sono quelli dichiarati dal costruttore. Non ci si può fidare fino in fondo dei dati dichiarati dai costruttori.

Limitatore di coppia massima #5

Decisamente inferiore a quello dichiarato dal Fiat (320Nm). E molto probabile che la coppia sia stata ridotta a causa dei danni frequenti alla trasmissione, probabilmente non sufficientemente dimensionata per il motore 2.3L. Quindi non esagerate troppo!

Una osservazione molto importate sia per l’aumento di potenza che per il risparmio di carburante. La mappa Pressione turbo #1 presenta valori che al massimo arrivano a 2200 [mbar]. Un po’ poco per un motore di questo tipo.

 

 

E considerando che i Limitatore di quantità carburante #2 e #3 raggiungono 60 [mm3/Stk], la mappa che regola la pressione turbo presenta sempre lo stesso valore di picco.

Questo non è corretto. All’aumentare della quantità di carburante, la quantità di gas di scarico che possono operare sul turbo-compressore è maggiore e di conseguenza dovrebbe esserlo anche la pressione del turbo.

Infine vi consigliamo vivamente di modificare le mappe Coppia richiesta durante l’accelerazione e Coppia durante condizioni standard.

Osservando la loro forma in 3D (sono pressoché identiche) si può notare molto facilmente la curva effettiva dell’andamento della coppia motore. Per variare la risposta alla sollecitazione del pedale acceleratore, toccate queste due mappe.

 

Le mappe che verranno presentate hanno le seguenti unità di misura:

• [Nm] per gli assi e le mappe di coppia motore.
• [km/h] per la limitazione di velocità.
• [mbar] per gli assi e le mappe di pressione turbo.
• [%DutyCyc] per le mappe di regolazione pressione turbo (Wastegate).
• [mm3] per gli assi e le mappe di quantità carburante.
• [us] per le mappe di controllo del tempo di iniezione.
• [deg BTDC] per le mappe di controllo della fase di iniezione.
• [bar] per le mappe di gestione della pressione Rail.

Informazioni utili

“Forse non tutti sanno che…”

Abbiamo detto all’inizio che ci sono altri veicoli simili al Fiat Ducato se non addirittura identici ma equipaggiati con motori a volte del tutto differenti:
• Citroen Jumper
• Iveco Daily
• Peugeot Boxer e Manager (Messico)
• RAM ProMaster

I veicoli Fiat e Iveco montano il motore 2.3L ma non pensate solo per il fatto che il motore sia lo stesso che la centralina sia sempre Magneti Marelli MJ8D. L’ultima versione del Daily 2.3L turbodiesel supportata dagli strumenti Alientech monta infatti elettronica Bosch EDC17C49.

Molti di voi a questo punto si domanderanno perché oggi non abbiamo presentato l’ultima versione del Fiat Ducato 2.3L con ECU Magneti Marelli? Facile, la nuova versione con MJ9D è disponibile al momento solo per il mercato europeo e nord americano, quindi non ancora diffuso a livello globale. E in più, non volgiamo rovinarvi la prossima novità… Quale? Continua a seguirci e presto lo saprai!